/  Storie di Sport   /  Marcus Willis – il maestro che diventa campione

Marcus Willis – il maestro che diventa campione

Marcus Willis ha 25 anni e si guadagna da vivere insegnando come si impugna una racchetta da Tennis a ragazzini e attempate signore dell’upper class di Birmingham, nel cuore dell’Inghilterra. E’ il numero 775 della classifica ATP è per farvi capire, in questa stagione, fino a giugno, aveva guadagnato appena 258 sterline raggiungendo i quarti di finale di un Torneo. Quasi per sfizio,
decide di iscriversi alle prequalificazioni per Wimbledon, il più antico e prestigioso evento nello sport del tennis. Iniziano ad arrivare le prime vittorie, tre per precisione, che gli consentono l’accesso al tabellone delle qualificazioni. Nel frattempo però arriva una chiamata come coach, a partire dal 13 giugno, a Philadelphia, il sogno di una vita. Ma la fidanzata, dentista, gli dice di tentare, che la chiamata può aspettare e che ormai che si trova lì, tanto vale continuare a sognare.
Arrivano altre tre inaspettate vittorie, contro altrettanti avversari che nella classifica distano più di 500 posizioni da lui. Poi Ricardas Berankis, n. 54 al mondo, battuto anche lui. E poi il sogno.
Quello che ogni tennista sogna ogni notte. Il Center Court di Wimbledon, 15 mila persone pronte ad osservarlo, più di quelle avute in tutta la sua vita. Dall’altra parte della rete lui, il Re, Roger Federer. Il finale della partita non conta, quella è tutta un’altra storia.